MORRONE DEL SANNIO
Sito istituzionale del comune


  • Morrone del Sannio
  • Morrone del Sannio
  • Morrone del Sannio
  • Morrone del Sannio

 

HOME
 

  AMMINISTRAZIONE

Sindaco
Relazione Fine Mandato
Sindaco Antonio Alfonso
Relazione inizio mandato
Sindaco Domenico Antonio Colasurdo.
Giunta
Consiglio
Notiziario
  UFFICI
Orario
Ufficio Anagrafe
Ufficio Tributi
Ufficio Tecnico
Vigili Urbani

SEGRETERIA

Segretario Comunale
Regolamenti
Indice Delibere Giunta
Indice Delibere Consiglio
ALBO PRETORIO
Albo Pretorio 2013
Albo Pretorio 2014
Albo Pretorio 2015
Albo Pretorio 2016
Albo Pretorio 2017
BANDI ED ESITI DI GARA
Esiti di gara
Bandi di gara
TRIBUTI

Agenzia del territorio
SPORTELLO TELEMATICO SUAP

Amministrazione Trasparente
AVVISI E NOTIZIE
Comuni gemellati
di
Morrone e Salle.

 INFORMAZIONI SULLA RICOSTRUZIONE POST SISMA
STATUTO DEL COMUNE
LA COSTITUZIONE
E-mail
E-mail Certificata
E-mail Certificata
Unità di misura
U.S. Morrone
    LINKS
Provincia
Regione
Comuni
Università
Camera di Comm.
MoliseCinema
La storia di Morrone
I Sanniti
I Romani
I Normanni
1303 Carlo II D'Angiò
I censimenti dal 1532
L'apprezzo del 1593
Avvenimenti
1614 Mons. Eustacchio
1734 Mons. Tria
Inchiesta Murattiana
Miscellanea
Archivio parrocchiale
I costumi
Le tradizioni
I pesi e le misure
I mercati e le fiere
La festa di San Giuseppe
Il territorio
Il tratturo
I cognomi e i soprannomi
I cognomi scomparsi
I maestri
Le persone famose
S. Maria in Casalpiano
Gli scavi di Casalpiano
La chiesa Madre
Toponimo di Morrone
Varie
La poesia dialettale
Vita rurale.
In giro per Morrone
Foto grandangolo
Antiche preghiere
Ricettario morronese
Cartoline da Morrone
I portali e lavori in pietra
Vecchi oggetti morronesi

Il sito

 

 

CRONOLOGIA STORICA

1022

Se ci si attiene alla "Cronaca Cassinese" del X secolo, si scopre che il borgo era chiamato "Civitas".
Quindi la prima testimonianza scritta dell'esistenza di Morrone è del 1022.
Non si sa se, durante la dominazione longobarda, Morrone appartenesse alla contea di Montagano o a quella di Larino
 

1053

Il successo riportato nella battaglia di Civitate sul Fortore segna l’inizio delle conquiste normanne nelle terre adriatiche del principato di Benevento. Goffredo, fratello di Roberto il Guiscardo, attacca la contea longobarda di Larino ed espugna il castello di Murrone.
Nel 1061, Roberto, figlio di Goffredo viene proclamato "primo comiti de Loritello" (Rotello).
Al tempo dei normanni Morrone fu feudo di Giuliano di Castropignano per poi divenire di un certo Oderisio.
 

1273

Successivamente, durante il regno di Carlo I d'Angiò, e precisamente nel 1273, Morrone fu concesso in feudo a Roberto de Cusenza, cui successe il figlio Enrico.
Quest'ultimo ottenne anche il feudo di Castiglione, perso insieme al borgo molisano nel 1309.
 

1309

In questa data l'acquirente di Morrone fu Andrea d'Isernia e appartenne alla sua famiglia fino al 1330.
 

1330

Andrea d'Isernia junior (figlio di Roberto primogenito d'Andrea) permutò il paese con Longano (provincia d'Isernia) dopo una trattativa con Francesca Capuano moglie di Filippo di Luparia.
Il paese, però, restò a questo casato per poco, passò, infatti, i restanti anni del secolo sotto la signoria dei Cantelmo. Per quanto riguarda il XV secolo, invece, Morrone lo trascorse sotto il dominio dei Santangelo almeno fino al 1424.
 

1444

In questa data, all'avvento della dominazione aragonese, Morrone e castiglione passarono in feudo a Paolo del Sangro. Quest'ultimo, come uno tra i maggiori combattenti del periodo, partecipò nel 1452 all'impresa del duca di Calabria contro fiorentini e veneziani perdendo la vita.
 

1455

Carlo di Sangro fu suo successore per Morrone, anch'esso ebbe una vita movimentata e alla sua morte gli successe Bernardino di Sangro, ma questi si schierò in favore di Carlo VIII quando scese in Italia, così, sconfitto Carlo, gli furono confiscati tutti i possedimenti. Morrone venne, quindi, affidato a Ferrante Consalvo d'Aghilar, costui fu elogiato addirittura da Guicciardini ed era alleato agli aragonesi.
 

1496

Gli successe nel 1496 il fratello Federico, essendo morto il suo unico figlio. In ogni modo, dopo alcuni anni, Morrone tornò in mano alla famiglia dei Sangro dove rimase fino al 1551
 

1551

In questa data Gianfrancesco di Sangro alienò il feudo in favore di Francesco Molignano.
 

1552

Francesco Molignano dopo appena un anno, rivendette il paese a Giovanni d'Aierbo già possessore di Provvidenti.
 

1565

Dai d'Aierbo Morrone passò in dominio di Diana della Tolfa, ma costei rivendette Morrone, assieme a Castiglione, alla famiglia Carafa che lo tenne fino al 1590.
 

1593

I due paesi cambiarono nuovamente feudatario divenendo di Ferrante Caracciolo duca d'Airola cui rimasero per sette anni fino al 1600.
 

1600

Acquirente in tale anno fu Giovannantonio Ceva Grimaldi, duca di Telese (in provincia di Benevento), e rimase in mano sua fino al 1614
 

1614

Il paese fu venduto ad Antonio di Sangro duca di Casacalenda cui rimase fino alla fine della feudalità nel 1805. 
 

1809

Nel 1809 è nato ufficialmente il comune di Morrone, il suo primo sindaco fu Domenico Di Iorio.
 

1863

Il REGIO DECRETO del 22 Gennaio 1863, autorizza il cambio di denominazione da Morrone in Morrone del Sannio.
 
www.morronedelsannio.eu - Tutti i diritti riservati. P.IVA- 00066280702
Ottimizzato1024x768